BOOK
NOW
Data di arrivo
Data di partenza
Camere
Adulti
Bambini

Preparare il presepe in occasione del Natale rappresenta una tradizione molto antica e radicata in Italia, in particolar modo in Liguria. La nostra regione è un presepe a cielo aperto tutto l’anno, tra borghi arroccati sulle colline, vicoli, botteghe di artigiani, grotte e ponti in pietra. Durante le feste, complici le luci e le decorazioni natalizie, è ancora più magica. Dunque, oggi andremo alla scoperta dei presepi più belli e imperdibili della Liguria, nei dintorni di Loano ma non solo.

 

Presepe nel bosco di Bargagli

Quello di Viganego di Bargagli, nell’entroterra genovese, è sicuramente uno dei presepi più caratteristici di tutta la Liguria, con le sue casette in pietra alte 60/70 cm che riproducono fedelmente le antiche abitazioni locali. L’ambientazione nel boschetto lo rende davvero particolare e unico nel suo genere. Ci sono poi tutti gli elementi tipici dei borghi dell’entroterra di fine ‘800, quali botteghe artigiane, mulini a vento, attività agricole. Il momento migliore per visitarlo è senza dubbio la sera, quando le illuminazioni rendono il presepe ancora più vivo e magico.

 

Il presepe da record di Manarola

Quello di Manarola, una delle cinque terre nella riviera ligure di levante, è un presepe da Guinness dei primati: considerato il più grande al mondo è costituito da 8 km di cavi e 17000 lampadine che ricoprono un intero colle. Questo capolavoro è frutto della pazienza e dell’impegno di Mario Andreoli, che negli anni è riuscito a realizzare, una lucina per volta, questo ambizioso progetto. Il presepe, inaugurato l’8 dicembre, resterà illuminato fino al 31 gennaio 2019.

 

Il presepe di Sant’Agata di Imperia

Nel primo entroterra imperiese si trovano Sant’Agata e il suo laborioso presepe, che richiede un lavoro di circa due mesi e mezzo. Tutto è ricostruito con minuzia, dai muretti a secco, alle pinete; statuine in movimento che ricalcano gli antichi mestieri ed effetti speciali sono il pezzo forte: ciclo giorno/notte, temporale con tanto di tuoni, fulmini e arcobaleno, la nevicata e la stella cometa.

Il museo del presepe di Imperia

Nel cuore della città di Imperia, precisamente nella Pinacoteca Civica di fronte al Duomo di San Maurizio, è stato allestito questo suggestivo e spettacolare presepe. Opera dello scultore Anton Maria Maragliano e dei suoi aiutanti, è una piccola opera d’arte in miniatura, con più di cento statuine in legno, vestite con elaborati abiti di stoffa arricchiti da dettagli preziosi in tulle, filati argentati e pailettes. Le statue sono disposte su di una cupola a forma di stella cometa, ognuna al proprio posto in base alle dimensioni e alla prospettiva. Complice un accompagnamento musicale, lo spettatore si sentirà immerso in un clima unico.

 

Presepe vivente di Roccavignale

Nell’entroterra di Savona, a Roccavignale, piccolo borgo della Valbormida, si svolge ogni anno il presepe vivente, giunto alla sua trentasettesima edizione. Nelle serate del 22, 23 e 24 dicembre sarà possibile vedere la rappresentazione della Natività e tutti i protagonisti in carne e ossa di un presepe che si rispetti. Il borgo sarà illuminato da torce, per rendere ancora più suggestiva l’ambientazione.

 

I presepi dei Cappuccini di Genova

La tradizione presepiale genovese affonda radici nella storia più antica, infatti Genova, insieme a Napoli, è una delle città più attive nella produzione di statuine per il presepe.

In particolare sarà possibile visitare una mostra dedicata proprio al presepe, intitolata “I presepi dei Cappuccini della Liguria, Storia delle tradizione del presepe” che si potrà visitare fino al 23 febbraio 2019 all’interno del Museo dei beni culturali dei Cappuccini di Genova. L’esposizione propone pezzi unici realizzati da artisti come Anton Maria Maragliano, Giovanni Battista Pittaluga, Bissoni.

I visitatori potranno inoltre ammirare il presepe meccanico a cura di Franco Curti; una volta itinerante, è stato poi stabilito nel capoluogo ligure a partire dal 2007, ed esposto a Milano, in piazza Duomo, nel 2010.