BOOK
NOW
Data di arrivo
Data di partenza
Camere
Adulti
Bambini

Alla scoperta dei giardini più belli della Liguria - Seconda parte

La visita virtuale ai giardini più belli della Liguria prosegue. Nell'articolo precedente abbiamo esplorato le meraviglie naturali e architettoniche dei giardini della riviera di ponente, mentre oggi ci sposteremo verso levante, nelle province di Savona e Genova. L'hotel e residence Ai Pozzi Village si trova a Loano, in una posizione favorevole per esplorare le bellezze di tutta la regione.

 

Giardini di Villa Pergola ad Alassio

Questo splendido giardino, situato sulle prime alture di Alassio, è un esempio di parco anglo-mediterraneo che conserva la sua estensione originaria. Dobbiamo la sua nascita al generale Montagu McMurdo e a sua moglie Lady Susan Sarah Napier che, nella seconda metà dell' '800, decisero di realizzare una dimora dove trascorrere i mesi più rigidi dell'anno, trasformando la secentesca residenza estiva dei Conti di Lengueglia. All'epoca l'area antistante la villa era un podere rurale, caratterizzato da piante di ulivo, agrumi e carrube che servivano per nutrire gli animali da soma. I due coniugi lo trasformarono in un parco di piacere ricco di piante ornamentali. I proprietari successivi, tra cui ricordiamo Daniel Hanbury, uno dei figli di Sir Thomas Hanbury, creatore degli omonimi giardini di Ventimiglia, arricchirono il parco con fiori e specie botaniche esotiche e interventi architettonici come fontane e pergolati. Dopo anni di abbandono e incuria il giardino è stato rimesso a nuovo e aperto al pubblico per visite guidate il sabato e la domenica, nei mesi compresi tra marzo e ottobre.

 

Villa Faraggiana di Albisola

Questa incantevole villa settecentesca, dimora della nobile casata dei Durazzo prima e della famiglia Faraggiana poi, è una vera perla dove arte, natura e architettura si fondono perfettamente. Mirabile modello di dimora signorile di villeggiatura dell'epoca, oggi è diventata sede di un museo dal valore storico-artistico. Il giardino all'italiana che circonda la villa è un esempio di come geometria e natura possano incontrarsi: siepi, alberi e fiori sono disposti in maniera ordinata e simmetrica, simbolo di un'aristocratica ricercatezza. Percorrendo questi giardini, tra cedri, magnolie, alberi di canfora, ibiscus, ed eleganti fontane, è facile immaginarsi nobili dame in sfarzosi abiti a barocche feste di corte. Non a caso è la location ideale per ricevimenti e matrimoni, oltre che un luogo che merita senza dubbio una visita. Per maggiori informazioni questo è il sito ufficiale di Villa Faraggiana.

Villa Durazzo Pallavicini a Genova

Questo parco che si trova a Pegli è stato realizzato tra il 1840 e il 1846 grazie al progetto dell'architetto Michele Canzio, su richiesta del marchese Ignazio Alessandro Pallavicini. Si tratta di uno tra i più eccellenti giardini storici-romantici in stile italiano ed europeo, che si estende per otto ettari. La visita di questo parco è davvero particolare e suggestiva: si tratta di un'esperienza che permette di approfondire la conoscenza storico e culturale dell'epoca e vedere specie botaniche uniche, in un'atmosfera dal sapore mistico ed esoterico. Il percorso guidato è stato orchestrato come un'opera teatrale, per sfruttare a pieno il potenziale scenografico del parco. Si snoda infatti in tre atti, ognuno dei quali sviluppato in quattro scene dove poter ammirare laghi, torrenti, cascate, strutture architettoniche, piante rare, inganni scenici, in un crescendo emotivamente coinvolgente che sfocia nell'atto finale dei giochi acquatici. Visitate il sito del giardino Durazzo Pallavicini per avere maggiori informazioni.

 

La Cervara sul golfo del Tigullio - Portofino

Si tratta dell'abbazia di San Girolamo al monte di Portofino, un luogo magico – tra sacro e profano – che domina il golfo del Tigullio. Venne fatta costruire dai monaci benedettini nel 1364, che furono i primi ad abitarla. Il giardino, altro esempio di parco storico all'italiana, non si trova esposto direttamente sul mare, perché la salsedine rischierebbe di danneggiare piante e fiori che qui sono presenti in abbondanza. Molte sono le specie botaniche provenienti da ogni parte del mondo: alcuni esempi sono l'agave americana, la palma cinese, il pepe rosa, i pini di Aleppo. Non manca ovviamente la vegetazione mediterranea con piante di capperi, pini, pinoli e agrumeti. Una passeggiata in questo parco nei mesi primaverili è una gioia per i sensi.

 

Richiedi informazioni

a ricevere messaggi contenenti proposte pubblicitarie, offerte commerciali e messaggi informativi sulla nostra struttura (informativa privacy).

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre offerte e attività!