BOOK
NOW
Data di arrivo
Data di partenza
Camere
Adulti
Bambini

Cosa vedere a Finale Ligure

Finale Ligure è uno dei centri più belli nei dintorni di Loano. Probabilmente avrete sentito parlare di Finalmarina, Finalborgo, Finalpia e Varigotti, tutte località turistiche che rientrano nel tessuto urbanistico del comune. Finale Ligure è, infatti, uno dei paesi più estesi della zona, ma non manca di affascinare per i vicoli caratteristici del suo centro storico e la bellezza del suo lungomare.

La storia di Finale Ligure: la preistoria

Il territorio del finalese fu abitato fin da epoche remote. Sono tanti, infatti, i ritrovamenti archeologici nelle grotte della zona, che testimoniano la presenza dell’uomo già dal Paleolitico. La scoperta più importante fu quella della nota “Sepoltura del giovane principe” nella caverna delle Arene Candide. Si tratta di una delle tombe più antiche d’Europa (pensate che ha 28.000 anni!) con un corredo funebre molto interessante dal punto di vista rituale.

Ma sono notevoli anche le centinaia di incisioni preistoriche realizzate su vaste piane di roccia e note come il Ciappo del sale, il Ciappo dei ceci e il Ciappo delle conche. Il loro significato è ancora un mistero e per questo ricchissime di fascino. Un’altra importante testimonianza è il sito di Bric Reseghe, un antico abitato dell’età del Bronzo. Si tratta probabilmente di una struttura difensiva, un “castellaro” realizzato a secco con la pietra di Finale.

Il periodo preromano e romano

Altre documentazioni preromane si trovano nel Villaggio delle anime nella località di Perti, dove su un’altura domina un altro importante castellaro. Per chi ama la storia romana, invece, consigliamo le tracce della viabilità imperiale. I ponti romani del finalese facevano parte delle strutture della via Iulia Augusta, l’arteria voluta dall’imperatore Augusto nel 13 a.C. per collegare il territorio padano alla Gallia meridionale. Esempio del genio ingegneristico di età romana, queste opere resistono da più di 2000 anni. Se vi trovate nella val Ponci, potreste imbattervi nei ponti romani:

  • delle Fate
  • Sordo
  • Muto o delle Voze
  • dell’Acqua
  • di Magnone

Il Medioevo

La storia medievale del territorio finalese è legata strettamente ai Marchesi del Caretto, i quali dovettero cedere a Genova i propri possedimenti, in seguito alla famosa Guerra del Finale (1447-1449). Due anni dopo Finale tornò sotto l’orbita della ricca famiglia, grazie all’aiuto dei francesi. Fu in questo periodo che Finale Ligure vide una rinascita economica e culturale che portò alla ricostruzione di Castel Govone e all’edificazione della chiesa di Nostra Signora di Loreto, quella di San Sebastiano, il Campanile di San Biagio, i Chiostri di Santa Caterina e il Santuario di Pia.

L’età moderna

Dopo qualche vicenda, nel XVII secolo il Marchesato del Finale fu venduto alla Spagna. Luogo di importanza strategica e punto di sbarco, Finale Ligure consentiva il controllo del Nord Europa attraverso Milano. Gli spagnoli si impegnarono nel rafforzamento delle strutture difensive del territorio, ma il loro controllo politico su Finale cessò nel 1707 dopo la morte di Carlo II di Spagna. A questo punto la Repubblica di Genova acquisì nuovamente i territori del marchesato, ma fu costretta a sedare non poche rivolte popolari.

Finale Ligure restò formalmente marchesato fino al 1795 quando, con l’arrivo dei francesi, seguì le vicende della Repubblica Ligure.

Monumenti da non perdere a Finale Ligure

Se volete fare una passeggiata nel comune di Finale Ligure, vi consigliamo di non perdere alcuni dei suoi gioielli. Oltre alla visita obbligata di Finalborgo, uno dei borghi più belli d’Italia, vi sono alcuni monumenti di grande interesse.

“Pieve” del Finale, a Finalmarina. Dedicata a San Giovanni Battista e ai santi Nazario e Celso, è una chiesa paleocristiana e medievale destinata anticamente alla somministrazione del battesimo.

La chiesa di Nostra Signora di Loreto. Uno degli esempi di architettura rinascimentale in Liguria, fu commissionata dalla famiglia Del Carretto ed è detta anche “dei cinque campanili” per la presenza delle caratteristiche strette guglie.

La basilica di San Giovanni Battista. Si tratta della perla barocca di Finale Ligure. Si trova nel centro storico di Finalmarina da dove emerge con la sua maestosa facciata.

Le fortezze spagnole. A Finale Ligure si conservano ancora due strutture difensive costruite dagli spagnoli nel corso del XVII secolo. Sono la fortezza di Castelfranco, tra Finalmarina e Finalpia, e Castel San Giovanni, sopra Finalborgo.

Se cercate un’alternativa alla spiaggia, ma non volete perdervi la vista del mare, una visita a Finale Ligure è sicuramente la soluzione che cercate!

 

 

 

 

 

 

 

Richiedi informazioni

a ricevere messaggi contenenti proposte pubblicitarie, offerte commerciali e messaggi informativi sulla nostra struttura (informativa privacy).

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre offerte e attività!